cristian sacchetti

Il ritorno del “Il Cavaliere Mascarato”!

Berlusconi pianifica la sua ennesima discesa in campo.

 

Erano mesi che non sentivo più idiozie da parte del Cavaliere Berlusconi. Non sentire più certi suoi commenti o “battute”, come il giocoliere di Arcore definiva le sue frasi di cattivo gusto o prive d’intelligenza, mi aveva fatto pensare ad un ritorno alla politica vera e propria, la fine di quel cabaret che è stato il nostro mondo politico nei recenti anni. Berlusconi non dice più cazzate, la Lega non parla più in continuazione a vanvera, il PD non dice più niente di stupido a ogni domanda (strano…) e Di Pietro non ci deprime con le sue frasi in dialetto “dipietrino”. Insomma, un ritorno alla politica decente.

Il tutto si è smaterializzato in questi giorni al congresso dei giovani del Pdl a Fiuggi,

Il presidente del Pdl Silvio Berlusconi all’assemblea degli eletti della Giovane Italia a Fiuggi. © La Stampa

con i commenti del Cavaliere sull’euro (“gli altri Stati dovrebbero unirsi e imporre alla Germania di uscire lei dal sistema dell’euro”), sulla leadership del partito (“Voglio continuare a essere il leader dei moderati”) e sul il nuovo partito che nascerà dalle ceneri del Pdl (“un nome in cui compaiano i nomi della nostra religione, le due fondamenta che sono l’Italia e la libertà”). Insomma, riassunto in poche è un chiaro avviso di una nuova, ennesima discesa in campo.
A quei illusi, e ne conosco tanti, che lo scorso novembre celebravano la morte politica del Silvio, Io dissi che c’era be poco da festeggiare e che primo, lui non avrebbe abbandonato la politica e secondo, che in un modo o nell’altro sarebbe ritornato a manovrare il centrodestra anche dalle retrovie se necessario.
Quindi eccoci qua, con il sottoscritto che purtroppo si trova ad aver ragione e quelli che avevano festeggiato a rammaricarsi del ritorno del “Il Cavaliere Mascarato”.

La serie de “Il Cavaliere Mascarato” del programma satirico “Striscia la Notizia”. © 1999-2012 RTI S.p.A

 
I suoi possibili piani per l’ennesima entrata politica sono così semplici e precisi che viene da chiederci come nessuno abbia potuto non intuirli lo scorso novembre.
Il primo piano è semplice e riassumibile in quattro punti.
1) Stare nelle seconde linee fino a quando il popolo si è stancato a morte di questo governo.
2) Mandare un altro leader a battagliare alle elezioni generali e perderle a favore del centrosinistra.
3) Aspettare che il centrosinistra faccia il solito casino e dopo due anni si sgretoli, con conseguente caduta di governo, primo ministro provvisorio o nuove elezioni.
4) Liquidare il leader che ha perso le precedenti elezioni e imporsi come nuova guida del partito.

L’altro piano potrebbe copiarlo dai “comunisti”, un piano elaborato in stile D’Alema: comandare dalle seconde linee senza rischiare la reputazione e mandare al macello lo sfigato di turno o la persona scomoda da eliminare. Eccovi degli esempi.
Prodi. Premier eliminato nel 1998, mandato in “esilio” a Bruxelles e D’Alema primo ministro (non votato dal popolo). Nel 2006, il suo gran ritorno a Palazzo Chigi, dura poco più di due anni e segna la fine della sua carriera politica.
Rutelli. Candidato alle elezioni del 2001, perse e venne gradualmente eliminato dal partito fino alla candidatura suicida, proposta da alcuni colleghi di partito (anche da D’Alema?!), a sindaco di Roma persa nel 2008.
Veltroni. Il “giovane”, il futuro leader, viene mandato al macello alle elezioni del 2008, quelle del dopo Prodi II e viene logicamente sconfitto. Gradualmente eliminato dopo varie sconfitte alle elezioni amministrative del 2009.
Insomma un chiaro esempio di come si può comandare senza rischiare la pelle e il Cavaliere, vista la reputazione che si è costruito, potrebbe adottare questo tipo di leadership e comandare mandando davanti alle telecamere politici fantoccio.

 
Quello che tutti si domanderanno ora è: conviene al Pdl farsi ancora associare con Silvio? E quanti lo vogliono all’interno del partito?
Angelino Alfano, il segretario del partito fa buon viso a cattivo gioco. Non dice a Berlusconi di scomparire per evitate d’essere fatto fuori ma allo stesso tempo sta

Angelino Alfano, segretario Pdl dal luglio 2011

attento a non farsi vedere troppo spesso con lui per evitare d’essere solamente associato al Cavaliere. La sconfitta pesante del Pdl ha fatto capire a tutti che Silvio ne ha fatte talmente tante da portare il patito alla rovina e che è necessaria una pulita d’immagine, se si vuole avere un futuro. Accantonare il Cavaliere e cambiare il vecchio stile pidiellino è secondo alcuni necessario per sopravvivere. Allora, aver come capo un segretario posato, tranquillo e non megalomane come Alfano e adottare le primarie stile anglosassone sono alcune dei cambiamenti minimi essenziale per dissociare questo “nuovo” Pdl da quello “vecchio”. Sarà sufficiente? Questo si vedrà nelle prossime settimane quando i vertici del partito adotteranno la nuova strategia politica.

La questione di chi vuole il Silvio ancora nel partito è un pelo più complicata. Quelli che hanno “meritato” la poltrona perché fedeli (per non dire altro) a Berlusconi sicuramente lo vogliono leader del partito, come pure quelli dell’organizzazione giovanile pidiellina del ramo ex-Forza Italia, che, grazie ad anni di lavaggio del cervello, vedono nell’ex-primo ministro una specie di Messia.
Gli ex-AN dell’organizzazione giovanile pidiellina, sono completamente contrari al suo ritorno, si è notato (meglio dire sentito) al meeting di Fiuggi. Poi ci sono tutti i dirigenti che negli ultimi anni sono stati purgati per far posto ai “lecchini” o ai leghisti, primo tra tutti Giancarlo Galan che ancora mal digerisce (non ammettendolo pubblicamente) il fatto d’essere stato scaricato come rappresentante del centrodestra alle elezioni regionali del Veneto per far posto a Zaia, un leghista.

 
Insomma, la “questione Silvio” creerà una battaglia interna di quelle da partito comunista russo con possibili vittime eccellenti.
E mentre il Pdl si divide sul “problema Berlusconi”, “Il Cavaliere Mascarato” prepara il suo gran ritorno. Un ritorno scoppiettante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 26 giugno 2012 da in Italia.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: